Secondo le ricerche, molti uomini a un certo punto della loro vita hanno subito perdite di capelli, che nel 95% dei casi è chiamata alopecia androgenetica, nota a tutti come calvizie.

Il verificarsi della perdita dei capelli non segue una certa linearità, ma si manifesta in modo ciclico, presentando una ricaduta e talvolta una stabilizzazione.

Gli uomini che osservano in modo permanente il diradamento sul cuoio capelluto hanno una diminuzione della densità e della quantità di capelli come conseguenza della degenerazione dei capelli o della perdita graduale.